Come rimediare agli errori che generano la crisi di liquidita’ aziendale

La liquidità aziendale rappresenta la capacità di un’impresa di produrre denaro tramite gli incassi dei crediti, per far fronte ai pagamenti dei fornitori, delle utenze, ecc. Qualora l’impresa non sia in grado di assolvere a tali impegni, entrerà in una fase di crisi di liquidità.

 

Se ti trovi a corto di liquidità, rischi di non poter pagare i tuoi fornitori, acquistare merci, pagare i tuoi dipendenti ecc. Questa situazione, si crea quando le tue entrate sono sfasate rispetto alle uscite che devi sostenere, come per es. quando passa troppo tempo tra il momento in cui i tuoi clienti ti pagano e le scadenze che devi rispettare per pagare le spese.

Per questo è fondamentale che monitori con continuità ed attenzione la liquidità e soprattutto i flussi di cassa (cash flow) per avere sotto controllo i movimenti di denaro che entrano ed escono dall’impresa.

E’ buona norma tracciare il cash flow con costanza e monitorarlo ciclicamente: settimanalmente, mensilmente, o ogni trimestre.

Alcuni indicatori che possono indicarti il sopraggiungere di deficit di liquidità sono:

  •      Clienti che pagano in ritardo rispetto alla scadenza stabilita;
  •      Hai investito troppo denaro nel magazzino;
  •      Riduzione delle vendite;
  •      Crediti inesigibili;
  •      Spese improvvise;
  •      Bassi margini di guadagno.

Tutto ciò può essere prevenuto ed evitato tramite:

 

Finanziamento breve termine

Una forma di finanziamento a breve termine, come ad esempio una linea di credito, può offrirti la liquidità di sostegno necessaria per superare lo scarto tra i pagamenti che devi effettuare e quelli che devi riscuotere. Un fido o uno scoperto di conto sono generalmente le formule più utilizzate, ma se il ricorso a queste strade è sistematico il problema è più profondo e va affrontato con maggiore enfasi.

 

Finanziamento a lungo termine

Investimenti importanti, come l’acquisto di attrezzature, immobili o altri beni necessari alla tua attività possono venire finanziati da prestiti a lungo termine, senza intaccare il tuo capitale operativo. Questo tipo di finanziamento ti consente di dilazionare ingenti spese in rate più o meno piccole a seconda dei termini del prestito.

 

Velocizza il recupero dei tuoi crediti

Prima si fattura, prima si incassa. Cerca di emettere le tue fatture prima possibile, assicurandoti che siano dettagliate e chiare. Se sei abituato a fatturare il 30 di ogni mese, valuta la possibilità di cambiare sistema, ad esempio emettendo fattura non appena il bene o il servizio viene ceduto o erogato.
Nel caso di ordini importanti o clienti nuovi di cui non ti fidi, puoi proporre pagamenti frazionati in fatture progressive, ad esempio chiedendo un primo acconto seguito da altre tranche di pagamento a determinate scadenze. Puoi anche considerare di offrire una scontistica seppur piccola ai clienti che pagano in anticipo.

Infine, fai in modo che il cliente possa pagarti nel modo per lui più comodo e rapido possibile. Ad esempio, inserendo nelle tue fatture un link in cui possa pagare immediatamente con carta di credito o PayPal.

 

Liquida il denaro vincolato dal patrimonio

Hai attrezzature inutilizzate o giacenze di magazzino che potrebbero scadere o comunque diventare obsolete e perdere valore? Puoi pensare di venderle, proponendo offerte speciali, sconti, saldi. Cerca di calcolare in anticipo il tasso di obsolescenza di ciò che potresti vendere, in modo da non aspettare che si svaluti troppo.

 

Cerca di posticipare i pagamenti

Se hai problemi di liquidità aziendale e puoi pagare dilazionando il pagamento, fallo. Ovviamente, assicurati che ti convenga.

Una volta concordato un termine di pagamento, però, rispettalo!

ARTICOLI CORRELATI

Crisi covid-19: valutazione impatto economico finanziario

Coronavirus, perdita di liquidità e l’importanza della Pianificazione finanziaria L’emergenza sanitaria e le misure attuate per contenere ...

Leggi tutto

Conviene finanziarsi con il capitale proprio o indebitarsi? Qual e’ il mix ottimale tra fonti interne e fonti esterne di finanziamento?

Le due fonti di finanziamento per l’impresa sono quelle del capitale proprio, costituito dai conferimenti in denaro o in natura che ...

Leggi tutto

Come rimediare agli errori che generano la crisi di liquidita’ aziendale

La liquidità aziendale rappresenta la capacità di un’impresa di produrre denaro tramite gli incassi dei crediti, per far fronte ai pagamenti dei ...

Leggi tutto

Utile e liquidità sono due cose ben diverse

Spesso capita che l’imprenditore non riesca a spiegarsi come mai la sua azienda chiuda con utili alti ma il conto corrente è sempre (o quasi) a ...

Leggi tutto

I “Perchè’” nel utilizzare il controllo di gestione

Molto spesso le aziende di piccole o medie dimensioni sono concentrate sul fatturato. L’obiettivo dell’imprenditore, in questi casi, è rivolto ...

Leggi tutto

Marca da bollo sulle fatture elettroniche

MARCA DA BOLLO SULLE FATTURE ELETTRONICHE   A seguito dell’introduzione della fattura elettronica, si riportano di seguito alcuni ...

Leggi tutto

CONTATTACI